Calle joshi

Steam community
Attualità | By Poppo • 18-04-2020
Image Credits: Steam community

Si può mettere in piedi uno spettacolo di wrestling senza pubblico?

La risposta è ovvia, non si può. Perchè due (o più) persone che si dimenano su un ring per nessuno non hanno senso e soprattutto perchè il pubblico è ciò che tiene in piedi la baracca, sia che si parli di contratti televisivi (o abbonamenti al network di turno) che di semplici di biglietti o merchandising.

Bisogna fare quindi fare come Roddy Piper e cambiare la domanda: si può organizzare uno spettacolo di wrestling senza pubblico dal vivo ma redditizio?

In questo caso la risposta è meno scontata, perlomeno finchè non parliamo di federazioni con tanti soldi alle spalle (come le due major amerciane).

Come fare quindi?

In maniera strettamente strettamente pratica bisogna considerare:

  • La logistica - Il lockdown limita gli spostamenti, perciò occorre una sede molto vicina e disponibile per una serie di date
  • Un crew minima - Il diviento di assemblamento vale anche per chi lavora, perciò occorre un roster minimo di performer (ovvio) ma anche un numero minimi di addetti alle riprese dell'evento
  • Una o più fonti di entrate - per il motivo citato sopra

In casa Ice Ribbon si sono fatti due conti: la sede ce l'avevano già, ossia il loro dojo a Saitama, il loro roster è abbastanza nutrito numericamente (quanto basta per alternare le presenze di spettacolo in spettacolo) e poi c'è Niconico TV, la webTV con cui storicamente collaborano da anni in grado di fornire una prima base. Così il 29 Marzo 2020 viene imbastito il primo evento senza pubblico trasmesso in streaming da Niconico, primi 20 minuti gratuiti, poi o ci si abbona o si può continuare a seguire in base al suo sitema di credits.

Youtube

Il primo tentativo fa poco più di 150 visualizzazioni. Numeri non particolarmente redditizi, occorre cambiare strategia, Niconico può andar bene magri per un pubblico già fidelizzato, serve quindi una piattaforma in grado di raggiungere un pubblico più ampio, che possa garantire la monetizzazione e che sia semplice da gestire. La Ice Ribbon ha già un canale Youtube; perchè non sfruttarlo? E visto che bisogna recuperare introiti su tutti i fronti, perchè limitarsi alla semplice ripresa di incontri di wrestling? La gente che va agli eventi organizzati non si ferma a vedere solo i match, ma sfrutta l'occasione per parlare direttamente con le proprie beniamine ed acquistare autografi o merchandising e se non si può fare dal vivo, tanto vale provare a farlo digitalmente.

Così l'intero mese di aprile si trasforma in una lunga sequenza di dirette, almeno una ogni due giorni

 

Il sabato viene dedicato agli show tradizionali con durata massima di un'ora e 3/4 incontri dove le storyline principali vengono portate avanti, Maya Yukihi e Suzu Suzuki si sono incrociate in tag in vista del loro scontro titolato di Maggio ed è stato presentato un torneo per riesumare l'Internet Wrestling Championship, titolo caduto nel dimenticatoio da un paio di anni. Colonne portanti di questi eventi sono le veterane Tsukasa Fujimoto e Risa Sera che si sono affrontate in serie di scontri, prima in tag (regalandoci un meraviglioso spot dove Tsukka passa sopra l'inerme Risa con un passeggino!) e poi in best 2 of 3 falls rovinato dall'intervento finale di Yoda (interpretato come sempre da Miyako Matsumoto). Un altro elemento importante che emerge da questi spettacoli è il, timido, accenno di traduzione del commento in inglese: al commento a Tequila Saya (tornata per l'occasione dopo il suo ritiro lo scorso 31 dicembre durante Ribbonmania) si affianca spesso un'altra voce a turno per tradurre diversi passaggi del commento, come ad esempio l'introduzione delle lottatrici dando informazioni sulle storyline (che a volte finiscono lost in translation), oppure delle chicche biografiche dove si scopre che Maya Yukihi lavorava in banca (fortunati i colleghi!). Certo non siamo ancora ai livelli di fruizione della Stardom con i suoi sottotitoli, però è un inizio che fa ben sperare per il futuro.

Giovani, Comedy e buon lottato, si può dire tranquillamente che la promotion non ha rinunciato allo stile che la contraddistingue, nemmeno in una situazione di emergenza come questa.

 

Durante la settimana invece vengono trasmesse in diretta le sessioni di autografi dove si alternano le varie ragazze del roster che oltre alle firme (acquistabili attraverso la funzione di monetizzazione presente nella live chat), rispondono alle domande del pubblico offrendo la possibilità di farsi conoscere meglio dal pubblico, anche da coloro che si stanno avvicinando da poco al prodotto.

Queste dirette rimangono visibili permanentemente all'interno del canale, contrariamente agli show che rimangono per un paio di giorni per poi venire rimossi e trasferiti su Niconico, quindi rendendoli acquistabili in un secondo momento.

Per quanto sia difficile fare i conti della serva, è tuttavia evidente che la Ice Ribbon abbia adottato un approccio molto propositivo al periodo di fermo provando soluzioni semplici ma estremamente concrete per sopperire ai mancati guadagni.

Certo, la qualità dello streaming è mediocre (ad essere generosi) e il non poter usare tutto il roster limita lo sviluppo pieno delle storie, ma è anche vero che da questa situzione stanno trovando spazio le giovani leve: oltre alla già lanciatissima Suzu Suzuki si stanno mettendo in mostra l'austriaca Thekla e la già solidissima Hiragi Kurumi (forte del bellisimo incontro titolato contro la Yukihi del 14 Marzo).

Se durerà nel lungo periodo è tutto da vedere, ma questo può essere una prima coraggiosa alternativa all'affidarsi alle sovvenzioni statali in questo periodo di massima incertezza.

Aggiungi un commento