Calle joshi

Storia | By Poppo • 05-08-2020

Complice il periodo di inattività, il 5 Star Grand Prix quest'anno rappresenta insolitamente il punto di partenza delle storie legate alla Stardom e non quello di arrivo come nelle passate edizioni. l'ottavo anno di questa competizione vedrà debuttare diversi nomi, alcuni provenienti da vivaio come Starlight Kid e Saya Kamitani, altri appena assunti dalla compagnia come le Donna del Mondo Himeka Arita, Maika, Syuri e Giulia.

Un nuovo inizio sotto tanti punti vista, un buon motivo per recuperare alcuni fatti salienti del torneo divenuto negli ultimi anni l'evento più seguito all'estero.

Believe now

La prima edizione si è svolta superato il primo anno di vita della promotion: guardando le partecipanti di allora si può notare la sensazione da "cantiere aperto" data dalla contrapposizione tra lottatrici affermate come Natsuki Tayo, Miho Wakizawa, Kyoko Kimura e la stessa fondatrice Nanae Takahashi e le giovani speranze che anni dopo ne diventeranno le colonne portanti, su tutte Kairi Hojo ed Io Shirai; tuttavia il nome più popolare era quello di Yuzuki Aikawa ex modella gravure arruolata dalla Takahashi con la quale creerà un binomio inscindibile nel corso della sua breve (ma intensa) carriera, fin dal debutto della futura Yuzupon Ranger avvenuto in occasione di un evento autoprodotto, dal quale uscirà malconcia a causa dei durissimi colpi inferti dall'ex campionessa WWWA con particolare attenzione al viso di Yuzuki per il quale Nanae riserva un trattamento di riguardo condito da violentissimi schiaffi e testate  dall'inizio alla fine dell'incontro.

Al termine del match la proprietaria della Stardom lo definirà un "rito di iniziazione" per la nuova arrivata, grazie al quale la novizia era pronta per iniziare la nuova avventura dove aver "saldato il suo debito" come avviene per le altre rookie.

Nanae Takahashi vs Yuzuki Aikawa - 31 Ottobre 2010, Yuzupon Matsuri show

Le due arrivano all'evento da campionesse, World champion Nanae, Wonder of Stardom Yuzuki e per l'occasione si ritrovano nello stesso girone, una situazione che si ripeterà in seguito (ad esempio nel 2019) e che si verificherà anche quest'anno; a completare il raggruppamento Act Yasukawa, Yoshiko, Ia più giovane delle sorelle Shirai e Yuhi. Il cammino delle due regnanti seguirà percorsi inversi, in salita per la detentrice della White belt a causa di una sconfitta nella prima giornata con Act Yasukawa, in discesa per la Red champion grazie ad un vittoria sofferta sull'attuale detentrice del titolo femminile di NXT. Yoshiko fungerà da proverbiale ago della bilancia bloccando entrambe sul pareggio a decidere le sorti del blocco sarà lo scontro diretto: con una prova di sofferenza, subendo per la maggior parte dell'incontro la maggior fisicità della più quotata avversaria, la Aikawa riuscirà a portare a casa la vittoria poco prima dello scadere del tempo limite (15 minuti). Un trionfo che valeva doppio, visto che in poche potevano fregiarsi di essere risuciti a battere la padrona di casa, ma soprattutto perrchè al termine della prima fase nonostante l'arrivo pari punti (7) lo scontro diretto giocherà in favore di Yuzuki qualificandola alla fine dove si era qualificata Kyoko Kimura.

Shine tomorrow

Kyoko, ormai vicina ai 13 anni di carriera che si era prefissata di raggiungere, aveva da poco fondato lo stampo della sua futura unit, l'Oedo Tai, allora chiamata Kimura Monster-Gun improntata sulla presenza di wrestler straniere ed appartenenti alle categorie di peso superiore; nessuna di queste gaijin (quali Hailey Hatred) era iscritta alla competizione ed in generale in quel momento ricoprivano un ruolo marginale all'interno degli incontri della Kimura, seppure mantenendo la connotazione di disturbatrici delle avversarie. L'unica partecipante venuta dall'estero è una canadese all'anagrafe ma messicana di adozione, Sarah Stock, meglio conosciuta come Dark Angel, considerata un pioniera del movimento messicano grazie alla qualità dei suoi match ed alla popolarità conquistata grazie ad una durissima rivalità portata avanti contro la rivale Princesa Sugehit che le costerà la mascara ma che le procurerà ulteriore visibilità tra gli appasionati di sesso maschile grazie alla sua avvenenza. In quell'annata Sarah si era però imposta anche sul suolo americano grazie alla sua esperienza in TNA dove lottava con il ringname di Sarita togliendosi la soddisfazione di diventare anche la prima campionessa di coppia nella categoria femminile assieme a Taylor Wilde.

Un nome di grande richiamo insomma e che andrà vicina alla vittoria del suo raggruppamento presentandosi con il suo personaggio molto sicuro di sè e un po caricaturale, ma facendo valere la grande esperienza accumulata negli ultimi anni; esperienza che non poteva vantare un'altra concorrente, Kairi Hojo, non ancora divenuta principessa pirata, ma già indirizzata nel seguire le orme della Aikawa, la persona che l'aveva fatta debuttare. Non vincerà nessun incontro per il troppo ampio divario con le altre partecipanti, ma si toglierà la soddisazione di pareggiare proprio contro la Kimura.

Kairi Hojo vs Dark Angel - 26 Agosto 2012 -  5 STAR GP Tag 2

Yuzupon Queen

La finale vedeva quindi Yuzuki difendere la promotion dall'invasore, poichè Kyoko da sempre aveva girato la maggior parte delle compagnie locali senza legarsi particolarmente, ma allo stesso tempo rappresentava il nuovo che per avanzare doveva ancora una volta superare il vecchio corso.

L'incontro è stato condizionato da quanto avvenuto in precedenza: la Kimura, più fresca ed abituata ad incontri anche più violenti, mentre Yuzuki pativa i duri colpi subiti contro Yoshiko e la Takahashi, divenendo subito preda dell'avversaria e della sua canonica strategia di lavoro al braccio. Ma come nel caso del suo primo incontro, la Aikawa non si limitava mai a subire, ma rispondeva sempre colpo su colpo grazie al suo striking così inaspettatamente incisivo date le sue fattezze. Nonostante i tentativi di sottomissione ed un tentativo di interferenza riesce ad andare a segno con il suo Fisherman suplex e a portarsi a casa per prima la corona di vincitrice.

La modella è diventata lottatrice, lo testimoniano i lividi e le botte visibili su tutto il corpo e lo testimonia la stessa Nanae che andrà a confrontarsi con lei faccia a faccia subito dopo la premiazione. Una nuova sfida le attenderà più avanti e stavolta in palio sarà messa la cintura mondiale in quello che ha rappresentato due estremi nella storia della Stardom: la capacità di unire la bellezza estetica alla brutalità della lotta e dei metodi di allenamento, capaci di creare talenti di assoluto livello al prezzo di una veloce usura del fisico, la stessa che constaterà la Aikawa nel corso dell'anno successivo e che la spingeranno a ritirarsi, lasciando il cantiere in costruzione, ma non senza aver contribuito ai lavori.

 

 

Aggiungi un commento