Calle joshi

World Woman Pro-Wrestling Diana
Match | By Poppo • 31-03-2021
Image Credits: World Woman Pro-Wrestling Diana

Per il secondo anno di fila a Venezia é mancato il suo Carnevale a causa della crisi sanitaria dovuta al Corona virus, o per meglio dire l'organizzazione degli eventi é saltata, visto che il vero spirito di questa festività manca ormai da diversi anni, ridotto ad una serie di manifestazioni tanto pregne di scenografia quanto prive di anima, inclusi i riti più tradizionali totalmente riadattati alle logiche d'immagine, basti pensare al volo dell'angelo dove oltre alla scelta di reiterarlo durante le varie giornate introducendo il volo dell'aquila, ha visto calarsi dal Paron personaggi improbabili che nulla hanno a che vedere con la città. Delle attività funanboliche che si respiravano nei campi e di quel clima di goliardia tipico del periodo non é rimasto quasi nulla, la manifestazione popolare nata e cresciuta attorno a Campo Santa Margherita si é progressivamente trasformata in una sfilata di moda per per i nuovi ricchi che sfoggiano i propri costumi d'epoca al Caffè Florian o in quel triangolo delle Bermuda rappresentato dall'area che va dal Ponte di Rialto a Piazza San Marco.

L'unico elemento che tiene viva la ricorrenza é rappresentato dalle maschere e dalla loro creatività che fortunatamente ancora riesce ancora ad andare oltre la semplice sfilata di moda. Un modo di vivacizzare l'ambiente che a quanto pare é stato adottato dalla Diana nel corso del mese che sta per terminare: mentre nel main event le maestre Kyoko Inoue e Jaguar Yokota impartiscono le loro lezioni, negli altri incontri delle vengono presentate lottatrici in incognito da contrapporre alle giovani allieve del dojo, invitando gli spettatori degli streaming live a cercare di riconoscere quale viso si cela sotto alle maschere di rappresentanza.

Così in attesa dell'avvento di una nuova Sareee, le nuove leve si trovano di fronte ad una nuova ed orginale sfida.

13 Marzo 2021 - Haruka Umesaki vs X

Ad inaugurare la serie ci ha pensato Haruka Umesaki, il talentino più maturo della casa che ha chiuso la scorsa annata trovando maggiore spazio al di fuori della stessa compagnia e mettendo in cascina esperienza e anche qualche prestazione sopra la media, togliendosi lo sfizio di chiudere anche un evento della Ice Ribbon. Ovviamente la nativa di Ushiku é stata protagonista anche in casa propria vincendo il primo titolo in carriera, quello di coppia, detenuto fino allo scorso Gennaio assieme a colei che ormai sta diventando la sua senpai e grazie alla quale sta riuscendo a girare le altre realtà, ossia Miyuki Takase. Un tag formato proprio in Diana nel 2019 durante i primi mesi di attività di Haruka e proprio da una serie di incontri di esibizione tra le due é formato nel giro di poco tempo il sodalizio delle Luminous.

Di fronte a lei viene posta X, pseudonimo tipico dell'ambiente joshi che solitamente viene usato per distinguere il nome a sorpresa da rivelare prima dell'incontro, ma stavolta l'ospite si presenta in tuta, scarpe da ginnastica e maschera bianca e l'annunicatore si limita a chiamarla con il nome fittizio. A quel punto l'interesse del match si focalizza sul suo riconoscimento: cosa c'è di riconducibile ad una delle professioniste in attività o quali altri elementi si possono dedurre?

  • X é sicuramente più esperta della Umesaki - Pur non agendo da cattiva della storia e non potendo imporre la propria fisicità essendo una pari peso, fin dalle prime fasi é lei a gestire le operazioni, ad accompagnare e guidare Haruka dettando i tempi dell'incontro cercando di portarla al climax dell'ultimo minuto, quello in cui la più giovane deve dimostrare di essere all'altezza dell'insegnante, così come da tradizione.
  • X conosce bene la sua avversaria - Negli scambi iniziali e nelle fasi principali, X riesce a contrattaccare alcune delle movenze tipiche della rivale, inoltre impronta la sua offensiva nel limitare la sua arma principale - la velocità - attraverso una serie di tecniche di sottomissione, partendo dalle gambe per spostarsi progressivamente verso la schiena, cercando comunque di colpire contemporaneamente questi due punti quando possibile
  • X usa il diving legdrop dalla terza corda - Sicuramente non si tratta di una mossa unica nel panorama per quanto abbia un'aura particolare essendo stata la finisher della leggendaria Bull Nakano la quale però sicuramente non poteva celarsi sotto la maschera e non solo per una questione anagrafica. C'è Però un'altra lottatrice attuale che usa spesso questa trademark chiamandola Kamikaze...

Nonostante un timido tentativo di smascheramento, la maschera rimane salda sul viso fino al termine di una contesa priva di vincitrice, sicché al ventesimo minuto l'ultimo lariat di X trova solo un conto di 2 e la campanella di richiamo, pertanto occorre attendere l'arrivo del microfono per rivelare l'arcano: la ragzza misteriosa era Miyuki Takase ed il suo scopo era quello di verificare i progressi della sua partner per rinsaldare la loro collaborazione dopo le ultime sconfitte.

La risposta é più che affermativa e se é vero che la Umesaki non é riuscita ancora a sconfiggere la sua senpai, ha comunque messo a segno un'altra bella prestazione, per questo tipo di momenti ci sarà tempo (e possibilmente uno spazio più importante di un semplice opener).

21 Marzo 2021 - Madeline vs Hope

Madeline é l'altro nome nuovo che si sta ritagliando spazio in casa di Kyoko Inoue e la sua forte personalità riesce spesso a catturare l'attenzione del pubblico grazie alle sue doti attoriali che le permettono di esprimersi attraverso la mimica e la propensione a chiamare il pubblico nei momenti di maggiore interesse, il tutto con una base tecnica più che accettabile considerando che deve ancora entrare nel terzo anno di attività. Estroversia esternata anche attraverso i social network, dove oltre ad avere due profili Twitter (di cui uno in inglese per il pubblico internazionale) é stata protagonista di alcuni video per la promotion e nell'ultimo in particolare ha documentato come raggiungere la palestra dove si tengono gli eventi, con tutte le informazioni del caso.

Insomma, se Haruka é la lottatrice del futuro, Madeline é il volto immagine sul quale la Diana ripone le proprie speranze, ma per questo evento si é limitata a darle una sola speranza a giudicare dal nome della sua rivale a sorpresa, stavolta chiamata Hope, con la stessa maschera e lo stesso completo, o quasi, visto che ai piedi si nota un vistoso paio di All Stars nere e sotto ai pantaloni si intravede il gambaletto tigrato.

Un indizio più vistoso, reso ancora più evidente dal modo di stare sul ring piuttosto aggressivo e tendente alla strafottenza, tanto da mettere in soggezione la pur vivace avversaria: se Miyuki aveva usato l'espediente delle prese a terra per imporre la propria superiorità, Hope invece ha sulla durezza dei suoi colpi e per mandare al tappeto l'ex fighter che paradossalmente ha fatto esplodere i suoi comeback usando proprio delle mosse di sottomissione tipiche delle arti marziali miste per provare a riequilibrare la situazione. Sempre a livello di mosse, se fino a metà incontro poteva permanere qualche dubbio sull'identità, dalla seconda in poi diventa molto più chiaro, tant'é che il pubblico della chat live aveva iniziato a puntare il dito sull'uso dei superkick, dell'handspring elbow e del German con cui chiude l'incontro dopo una decina di minuti: tutte cose viste spesso in quest'ultimo periodo dove ASUKA si é letteralmente presa la scena in quasi tutti gli scenari possibili.

A Madeline la consolazione di aver affrontato un nome di grido, ma la sua esperienza con le maschere non si chiude certo qua.

28 Marzo 2021 - Madeline vs Kikutaro

L'ultimo show della Diana é stato griffato CRYSIS, la principale (ed unica) stable della compagnia guidata dall'eterna Jaguar Yokota e di cui fa appunto parte Madeline, ancora una volta impegnata nel match di apertura dello spettacolo. Stavolta il suo avversario, pur indossando una maschera, é qualcuno di noto al pubblico e agli amanti della commedia nel wrestling, il famigerato Kikutaro. Proprio come le maschere del teatro, il suo personaggio ricopre un significato ben preciso a seconda del contesto: contro i maschi é un imitatore, alle volte persino insegnante di wrestling durante gli stessi incontri, come testimoniato dai suoi sketch con l'amico Kuishinbou Kamen, con il quale forma una coppia molto simile a quella di Arlecchino e Brighella; con le donne però i connotati del suo personaggio cambiano drasticamente ed il panciuto bonaccione si trasforma nel pervertito etichettato dai giapponesi con il termine di hentai, i cui misfatti sono ormai tantissimi e coinvolgono stelle del calibro di Kana per arrivare alla recente palpata di seno ai danni di Chigusa Nagayo durante la Rumble tenuta durante l'ultimo anniversario della Stardom.

Come prevedibile, anche la povera stellina del vivaio finisce vittima delle sua attenzioni indesiderate venendo importunata prima con le sue stesse bacchette da majorette con cui si é presentata sul ring, poi venendo anche lei palpeggiata in maniera più o meno involontaria ed infine trovandosi il faccione dello stesso tra le gambe durante un bizzarro rovesciamento di fronte, seppure meno bizzarro della chiusura che ha visto Kikutaro schienare la povera ragazza con niente popò di meno che una merendina!

Non esattamente un copione da Colombina e probabilmente niente da mettere nel proprio curriculum, ma in fondo sono esperienze diverse e particolari da raccontare e mal che vada, visto il momento, si può sempre giustificare dicendo che in Diana, come a Carnevale, ogni scherzo vale.

Aggiungi un commento

CAPTCHA
Questa domanda è un test per verificare che tu sia un visitatore umano e per impedire inserimenti di spam automatici.